Le strutture ricettive e in particolare gli alberghi sono stati fortemente colpiti dalla crisi economica conseguente alla pandemia, portando il settore a una forte crisi.
Fortunatamente, negli ultimi mesi la situazione è in grande miglioramento e gli hotel si preparano ad accogliere un numero sempre maggiore di persone, cercando di offrire loro la migliore proposta possibile.
Proprio partendo da questa volontà di miglioramento nasce il Bonus Digitalizzazione alberghi, che mira a dare nuovi strumenti informatici per ottenere una serie di importanti benefici a livello di visibilità, pubblicità e business.
Il Governo Italiano, tramite la PNRR, ha deciso di dare quindi una spinta propulsiva al settore che da sempre traghetta il nostro paese a livello economico e che non si può permettere sparisca o diventi debole.
Vediamo quindi come funziona tale agevolazione e quali sono le condizioni per poterla richiedere.

Cosa prevede il bonus digitalizzazione alberghi

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è uno strumento messo a disposizione dal Governo Italiano che, a seguito della pandemia, ha deciso di stanziare una cifra pari a 49 miliardi per il turismo e la cultura.
Lo scopo è rendere il nostro servizio pari a quello europeo e questo non sarebbe possibile se non si puntasse fortemente sulla digitalizzazione e sulla promozione dei mezzi informatici.
Per realizzare questo Turismo 4.0, che guarda alla modernità e anche alla salvaguardia dell’ambiente, si sono messe in gioco due fondamentali misure ai quali i proprietari possono attingere per trovare fondi atti a migliorare il proprio apparato digitale.
La prima prevede un credito d’imposta fino a un valore massimo dell’80%, che può essere ceduto o utilizzato in compensazione, che non produce reddito.
Le cifre stanziate arrivano a 100 milioni di euro nel 2022, per poi scendere gradualmente fino al 2025 con 40 milioni di euro, sperando che la maggior parte delle imprese abbia già provveduto a digitalizzare al meglio i propri sistemi.
La seconda possibilità è quella di un contributo a fondo perduto, che può arrivare fino a un 50% della spesa sostenuta, per un massimo di 40.000 euro.
Esistono però delle deroghe a questo importo, poiché se parliamo di impresa femminile o under 35 si possono aggiungere fino a 20.000 euro in più.
Se si opera in un’ottica di miglioramento digitale ma anche di efficientamento energetico il denaro ulteriore arriva fino a 30.000 euro, mentre sono 10.000 euro in più i fondi destinati alle società che operano in alcune regioni del nostro paese, come la Campania, la Calabria, l’Abruzzo, la Basilicata, il Molise, la Puglia, la Sardegna e la Sicilia.

– Quanto richiedere il Bonus Digitalizzazione alberghi

Per ottenere l’erogazione del bonus è necessario affrettarsi, poiché le assegnazioni avvengono in ordine cronologico e non solo per requisiti di merito.
Le domande presentate sono lavorate entro un massimo di 60 giorni dal momento dell’inoltro e il beneficio erogato in tempi brevi.

A chi è rivolto

Non farti ingannare dal nome del bonus, che cita esclusivamente gli alberghi, poiché sono numerose le strutture ricettive che possono usufruire di questo beneficio.
In primo luogo parliamo di tutti gli hotel, indipendentemente dalla loro fascia, insieme alle strutture extralberghiere come ad esempio i B&B e gli affittacamere.
Ancora, sono compresi in questo discorso gli agriturismi e tutte quelle attività che operano anche all’aria aperta e che offrono un servizio campestre ai clienti.
Non sono escluse quelle aziende che si occupano di fiere e congressi, sempre rimanendo nell’ambito del turismo e dell’accoglimento di ospiti e viaggiatori.
Il bonus promosso dal Governo Italiano è decisamente ampio, poiché include pure gli stabilimenti balneari e quelli termali, che sono stati fortemente colpiti dalle chiusure derivanti dal Covid e sono spesso rimasti chiusi o limitati per diversi mesi.
Infine, sono compresi anche i porti turistici, che in qualche modo fungono da struttura ricettiva con le loro attrazioni, insieme ai parchi tematici, che possono essere quelli acquatici o dedicati ai giochi di adulti e bambini.
Qualsiasi sia la tua struttura inserita nel settore del turismo, il consiglio è di presentare la domanda per ottenere il bonus digitalizzazione e avanzare verso la modernità, poiché questo è un importante terreno sul quale battere la concorrenza agguerrita del settore.
Poter offrire ai clienti un servizio completo è essenziale e questo è possibile solo se si utilizzano tutti i mezzi informatici a disposizione per pubblicizzare iniziative e prodotti, così da coinvolgere una fascia di potenziali clienti superiore a prima.

La digitalizzazione degli alberghi: perché è importante

Ottenere un bonus per digitalizzare la propria struttura è essenziale per diversi motivi.
In primo luogo, i dipendenti devono essere messi nella condizione di lavorare agevolmente e con rapidità, godendo di sistemi informatici di ultima generazione per dare al cliente un servizio migliore.
Se il software del tuo albergo è lento, in fase di check in potrebbero crearsi fastidiose file oppure alcuni dati non venire registrati nella maniera corretta, arrecando dei disservizi al cliente che può decidere di rivolgersi ad altri alberghi.
Inoltre, è importante che l’hotel fornisca non solo un senso di accoglienza ma anche di efficienza e modernità, automatizzando alcuni procedimenti per velocizzare le procedure.
Pertanto, il bonus digitalizzazione è essenziale per comprare alcune apparecchiature all’avanguardia e sostituire finalmente dei computer o dei gestionali arcaici, godendo di uno sconto non indifferente sul loro prezzo o recuperando il denaro in seguito.
L’altra faccia della digitalizzazione delle strutture ricettive è invece quella della pubblicità e del marketing, che al giorno d’oggi è impossibile fare senza i mezzi informatici.
Posizionandosi correttamente sui motori di ricerca oppure accedendo ai social network è possibile raggiungere una fascia di clientela sempre più ampia, così da battere la concorrenza e creare follower fedeli, da conquistare con promozioni e post.
I soldi a fondo perduto o la cessione del credito possono quindi essere impiegati per realizzare siti web ottimizzati e professionali, oppure per ampliare la rete wi-fi presente nella struttura, che è uno dei primi elementi che i clienti cercano quando prenotano un soggiorno.
Interessante è l’acquisto dei migliori programmi per promuovere offerte e pernottamenti, capaci di conquistare i viaggiatori tramite moderne strategie di marketing.
Non dimenticare di acquistare anche degli spazi pubblicitari di vario genere o di investire sulla formazione digitale del tuo personale alberghiero, che sarà così più completo nelle sue abilità e potrà fornire al cliente un servizio migliore sotto ogni punto di vista.
Hai bisogno di una consulenza personalizzata? Contattami qui

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *